Referente M5P: Paolo de Masi - Tel.: (+39) 329.6363649

Programma per una caccia più Europea.

La caccia fà parte delle nostre tradizioni culturali e deve beneficiare di misure che ne salvaguardino la sua esistenza e proseguimento.

Il Movimento 5 PIL non accetta preconcetti, e persecuzioni a cui il mondo venatorio e' sottoposto da troppi anni e soprattutto da' parte dei media politicizzati che impropriamente avanzano delle vere e proprie maldicenze solo per il loro rendiconto politico senza dare la possibilità di poterci esprimere con un nostro legittimo contraddittorio.

La storia insieme alle nostre tradizioni ci insegna, che i primi ambientalisti e paladini del patrimonio ambientale siamo insieme agli agricoltori proprio noi cacciatori. Questo dimostra quanto sia correlata una corretta gestione del territorio, con il prelievo oculato e responsabile.

Pertanto si sente il bisogno di cambiare la 157 /92 una legge vecchia che ormai non ci rappresenta piu' e che non sa' dare risposte giuste ai problemi attuali. Inserire nella nuova regolamentazione venatoria l'elenco della fauna in abbondante soprannumero, quella pericolosa per le persone e quella che arreca seri danni all'agricoltura. (vedi Lupi, Orsi, Cinghiali. Storni.) questa sarà oggetto di selezione programmata al fine di riequilibrare l'intero ecosistema ambientale e faunistico di tutte le zone interessate, perchè dobbiamo tutelare si l'economia familiare ma' soprattutto in primis l'incolumità dei cittadini. La Caccia a livello Istituzionale Nazionale dovrà essere gestita formalmente da esperti rappresentanti Cacciatori. (Ministero dell'Ambiente , Agricoltura, Caccia , Pesca )

NUOVA LEGGE VENATORIA

Possibilità per i giovani di 16 anni di poter ottenere la licenza di acquisto fucile per uso caccia ( come in molti altri paesi Europei ) La licenza di porto e acquisto di fucile per il solo uso caccia viene rilasciata dal comune di residenza al maggiore di 16 anni che la richieda ed ha validità 5 anni. Per ottenerla basta presentare domanda in bollo all'ufficio comunale addetto ed unita dei seguenti certificati : Certificazione dei carichi pendenti.

1 attestazione della frequenza del corso di maneggio dell'arma con i relativi 50 tiri obbligatori.

2 Attestazione di frequenza del corso faunistico venatorio attestante il buon riconoscimento delle specie cacciabili.

3 Certificato medico di idoneità psico fisica. Tutti i minori di 18 anni dovranno per i primi due anni praticare l'attività venatoria solo se accompagnati da un cacciatore maggiorenne. Abolizione dell'ISPRA istituzione del Comitato Nazionale Fauna Selvatica. (composto da tutti i rappresentanti Regionali dei singoli uffici caccia.) Abolizione degli A.T.C.

4 Pagamento della sola tassa governativa Nazionale.

5 Pagamento della licenza Regionale per la caccia migratoria.

6 Stampata dietro ogni singola licenza vi sono riportate: i numeri di abbattimento per singola specie, i giorni consentiti per l'attività venatoria, e tutte le specie cacciabili.

7 Possibilità di poter cacciare la Fauna Migratoria in tutta Italia con un unico Calendario Venatorio Nazionale e Licenza Regionale del tipo Spagnolo. (autorizzazione automatica con semplice domanda di partecipazione e relativo pagamento in c.c. postale intestato alla Regione dove s'intende cacciare. L'autorizzazione puo' avere validità settimanale oppure annuale.

8 Per la Fauna stanziale mantenere la residenza venatoria, con la possibilità di poter fare domanda ed essere accettati in qualsiasi altra Regione.

9 Rendere la Caccia al pari delle altre Economie Europee con l'innalzamento del Pil. Economico Nazionale Dal 1 per cento al 3 per cento incrementando con agevolazioni fiscali il proprio indotto commerciale.

10 Apertura della Caccia la terza domenica di Agosto di ogni anno in tutta Italia con chiusura al 28 febbraio data quest'ultima prorogabile per specie (marzaiole) acquatici.

11 Sviluppare il turismo venatorio Nazionale per la fauna migratoria dando la possibilità di poter cacciarla anche nelle Aziende agrituristiche venatorie, nei Parchi Oasi Zps Sic e in tutte le aree oggi vietate, fatte salve quelle nuove aree che verranno rigorosamente tabellate e che non potranno superare il 10 per cento dell'intero territorio agrosilvipastorale.

12 Depenalizzare tutti i reati venatori, e sostituie le pene con elevate sanzioni amministrative.

13 Iniziative ed agevolazioni fiscali soprattutto in quelle Regioni svantaggiate, creando nuovi posti di lavoro con le Cooperative di Allevamento, lavorazione e distribuzione di carne proveniente dalla Fauna Selvatica.

14 Rilasciare con serena facilità autorizzazioni per aprire campi di tiro. Meno burocrazia e certificazioni per ottenere la licenza di caccia. Rilascio di licenza di caccia da parte del Comune di residenza.

15 Stanziare fondi Economici per creare in ogni comune la Casa COOP. faunistica luogo di lavorazione carni. Strutture idonee all'allevamento di Animali selvatici da destinare in seguito alla commercializzazione delle loro carni già lavorate. Azioni che vanno ad influire positivamente sulle forze lavorative locali e territoriali. Garantisce: Di farsi carico e di tutelare nello specifico queste importanti attività Rurali ed Economiche, con nomine di rappresentanti praticanti, ed esperti dei suddetti settori commerciali.

Fin da' ora il movimento 5 PIL nelle virtu' ed espressioni dei propri rappresentanti si impegna una volta eletti a far parte del governo a Riformare con leggi nuove le Economie dei 5 pil che rappresenta. Verranno rivalutate, finanziate ed agevolate tutte queste Entità Economiche, soprattutto quelle a livello familiare che erano state e sono ancora la spina dorsale di un sistema Economico tipico italiano il made in Italy.

Ad investire sui giovani che vorranno dare un nuovo contributo Economico alla Società, iniziando la pratica di queste economie Rurali grazie a programmi mirati a breve ed a lungo termine. Il movimento 5 PIL. Fara' di tutto per influenzare positivamente lo sviluppo di queste singole attività economiche tradizionali e Rurali a cui si rivolge. Con il proprio programma tiene conto e difende soprattutto il mondo Artigianale rurale, l'Ambiente, la Caccia, la Pesca, il Turismo e l'Agricoltura.

Pin It