Referente M5P: Paolo de Masi - Tel.: (+39) 329.6363649

Statuto

 

STATUTO

PRINCIPI GENERALI

 

 Art. 1 - Finalità 

 

MOVIMENTO POLITICO 5 PIL

 

E' un Movimento Politico Nazionale che nasce dalla gente comune per dare voce e fiducia  a chi non si riconosce più in questa caotica ed inefficace politica. Il movimento si adopererà  per l'unione sotto il proprio logo di tutte le attuali singole forze associative indipendenti e rappresentative  dei 5 pil economici.(Caccia, Pesca, Ambiente, Turismo, Agro Ruralità e Artigianato.) L' obbiettivo finale e' quello di arrivare a creare insieme una grande ed unica forza politica, che  possa affermare i suoi rappresentanti per meglio gestire con regole nuove  i ministeri sopra descritti. E' un Movimento Politico che nasce dall'esigenza di voler cambiare, con regole nuove e democratiche il sistema di stato Sociale e Politico attuale. Gente che vede le proprie condizioni di vita economiche sociali, degradarsi giorno dopo giorno. Il principio fondamentale in una società e' quello di vedersi rappresentati dà uno Stato al servizio dei propri Cittadini e non i Cittadini al servizio dello Stato. Uno Stato quello attuale che sa imporre solamente tributi e continue limitazioni, oltre che a mettere in atto una burocrazia soffocante che distrugge le varie attività lavorative creando un disastro all'intero sistema economico. Il modo per curare i nostri interessi è quello di abbandonare le false promesse fatte al momento elettorale dai vari Partiti ed inserirsi con le nostre sole forze all'interno delle rappresentanze politiche locali e Nazionali. Il movimento politico 5 Pil  si inspira, e fa riferimento al principio della Trasparenza, ai valori Cristiani ed a quelli Rurali tipici della nostra Società. E' un Movimento Politico Confederale costituito in forma di Associazione, che ha per finalità quella di far aderire sotto lo stesso tetto del Movimento Politico i Cittadini di Nazionalità Italiana oltre che ad unire con una affiliazione formale le diverse Associazioni  di Categoria di ogni singolo PIL economico dal movimento rappresentato. Il fine ultimo è quello di creare una grande ed ambiziosa realtà Nazionale, che riformi ed agevoli con leggi più consone ed appropriate al nostro tempo ed alle condizioni di crisi attuali,  l'intero  sistema economico delle attività che il movimento rappresenta, quelle Agricole Rurali Artigianali, del settore Turismo, del Eco Sistema Ambiente, oltre che all' attività Venatoria e la Pesca. Tutte queste singole attività, taluna con il suo proprio indotto economico commerciale,  rappresentano numerosi milioni di persone che lavorano, producono reddito, pagano le tasse e creano occupazione. Queste importanti economie si tramandano di generazione in generazione i loro valori e le loro esperienze, identificandosi nel tessuto economico sociale come piccole e medie imprese familiari tradizionali; esse sono parte fondamentale della nostra storia e delle nostre tradizioni il così detto  Made in Italy, prodotti questi esclusivi e che ci hanno dato lustro  facendoci conoscere in tutto il mondo.  Faranno parte del movimento 5 PIL tutti gli uomini e le donne che hanno superato l'età' di 16 anni e che si rifiutano di perdere la propria cultura d' identità Italiana fatta di propri valori e di antiche tradizioni, perché credono in essi ed in essi vogliono continuare a riconoscersi.

Art. 2 - Struttura organizzativa

Il Movimento Politico 5 PIL è una associazione non riconosciuta e composta dalle seguenti Confederate costituite a livello Regionale in forma di Associazioni non riconosciute e singoli simpatizzanti rappresentanti Alto Adige; Emilia Romagna; Friuli-Venezia Giulia; Liguria; Lombardia ; Marche; Piemonte; Romagna; Toscana; Trentino; Umbria; Valle d’Aosta; Veneto; Lazio; Campania; Abruzzo; Molise; Puglia; Basilicata; Calabria; Sicilia; Sardegna. Il Coordinatore Generale Nazionale può, con apposita delibera, approvare la costituzione di altre Confederate, riconoscendone ufficialmente l’adesione al Movimento Politico, e i loro confini territoriali. A presiedere il Movimento Politico sara' il padre fondatore e i due soci ordinari fondatori con le cariche di Coordinatore Generale Nazionale, Capo Commissioni e il Capo Ufficio Marketing. Il Movimento Politico può sottoscrivere accordi formali al fine di far aderire e affiliare altre Associazioni, ed organismi. Il Movimento Politico stesso può aderire ad altre Associazioni o ad organismi internazionali purché insieme concordi con tutte le clausole espresse nel presente Statuto. Le adesioni o le affiliazioni di altre Associazioni al Movimento, o la sua adesione ad altre Associazioni deve avvenire in conformità con quanto previsto nell' apposito regolamento allegato allo Statuto.

Art. 3 – Simbolo

Il simbolo del movimento politico, il Sito Internet il Portale Movimento Politico 5 PIL .it il suo Statuto e Regolamento appartiene al Padre fondatore Paolo De Masi, e sono ad uso esclusivo del Movimento Politico. Il simbolo, allegato al presente Statuto, è costituito da: un cerchio di colore Rosso con la scritta al centro movimento, sotto la scritta  movimento vi è il numero 5 sotto al numero ce' scritto PIL. All' interno del cerchio vi è posta la sagoma dell'Italia, contornata da cinque punti con cerchi di colore verde, bianco, rosso all'interno di questi cerchi vi sono le scritte  dei singoli 5 punti PIL. 1(Agro-Ruralità'-Artigianato,) 2(Eco-Caccia,) 3(Eco-Pesca,) 4(Ambiente,) 5(Turismo.) Il sig. Paolo De Masi ideatore e Padre Fondatore del M. P. 5PIL. concede, l’utilizzo del simbolo e del sito internet al movimento Politico 5 PIL. ed alle  sue Confederate regolarmente costituite ai sensi del presente Statuto per il perseguimento delle finalità in questo indicate, fatto salvo quanto previsto di seguito per l’utilizzo del simbolo a fini elettorali. La concessione del simbolo può essere revocata. Il simbolo è anche contrassegno elettorale per le elezioni politiche ed Europee. Limitatamente alle elezioni Regionali ed amministrative, la Confederata può modificare il simbolo, fermo restando il parere preventivo vincolante del Consiglio Nazionale. In ogni caso l’utilizzo del simbolo da parte delle Confederate per ogni singola elezione (Politiche, Europee, Regionali e Amministrative) deve essere oggetto di specifica autorizzazione del Coordinatore Generale Nazionale. Il Coordinatore Generale Nazionale, per tutti i tipi di elezione, può apportare al simbolo ed al contrassegno, le modifiche ritenute più opportune nel rispetto delle disposizioni di legge in materia. In particolare potrà deliberare di presentare contrassegni elettorali, sia con la denominazione Movimento 5 PIL, sia con l’aggiunta di tutte le sue varianti regionali e specifiche dei singoli 5 PIL. Nel caso di elezioni Regionali o Amministrative, Tutti i simboli usati nel tempo dal Movimento o dai movimenti in esso confluiti, o che in esso confluiranno, anche se non più utilizzati, o modificati, o sostituiti, nonché qualunque altro simbolo contenente la dicitura Movimento Politico 5 PIL. sono di proprietà esclusiva del  Padre fondatore Paolo De Masi.

Art. 4 - Denominazioni e uso del logo

Le denominazioni dei movimenti Locali, nonché le denominazioni delle singole Confederate fanno parte esclusivamente del patrimonio del partito. Il Coordinatore Generale Nazionale può concederne l’utilizzo del logo  alle Confederate cui la singola denominazione può riferirsi per ragioni di competenza territoriale. Nel momento in cui, per qual si voglia motivo, la Confederata dovesse non essere più compresa all’interno del Movimento, essa non deterrà più alcun diritto in relazione all’utilizzo della denominazione e del logo, e sarà obbligata a deliberare il proprio cambio di logo e denominazione.

Art. 5 - Sede 

il Movimento politico 5 PIL ha la sua  Sede legale ( segreteria Nazionale ) in Velletri, Corso della Repubblica, 83, cap 00049 Roma

Art. 6 - Padre Fondatore del Movimento politico

Il socio Paolo De Masi è il Padre fondatore del Movimento, Massimo Pennacchini, D'Andrea Fabio, assumono la qualifica di Soci Ordinari Fondatori. Essi rivestono  le sotto elencate cariche statuarie: Il Padre Fondatore e' Coordinatore Generale Nazionale del Movimento Il socio fondatore D'Andrea Fabio, è il Capo commissioni,  Massimo Pennacchini, il Capo Ufficio Marketing.

Art. 7 – Scioglimento

Il movimento può essere sciolto: per  volontà espressa formalmente dal padre fondatore congiuntamente a quella dei suoi soci fondatori a maggioranza e su votazione. In caso di dimissioni, impedimento permanente o decesso  di uno dei membri  statutari fondatori, i restanti due Membri nominano di comune accordo  il nuovo Membro tra i  diretti eredi del de Cuius che manifestino con comprovata motivazione  la volontà di partecipare alla carica mancante. In caso di scioglimento del movimento politico, per qualunque causa, vi è obbligo di devolvere il patrimonio ad altra associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità.

ORGANI

Art. 8 - Organi del movimento politico

  • Sono organi del movimento politico:
  • Coordinatore Generale Nazionale.
  • Capo Commissioni.
  • Capo Ufficio Marketing. ( ufficio Tecnico Social e Blog )
  • N 1 Rappresentante Nazionale per ogni singolo PIL.
  • Coordinatori  Nazionali di sviluppo rete politica.  ( centro, centronord, nord  centrosud, sud, isole )
  • Capo ufficio Regionale.
  • Capo Ufficio locale.
  • Tecnico Nazionale per le procedure delle nomine Politiche 
  • Portavoce Nord, Centro, Sud, Isole

 Art. 9 - Il Capo Commissioni

Esso stabilisce di comune accordo con il Coordinatore  Generale Nazionale e con il Capo ufficio Marketing  la linea politica e programmatica del Movimento. Valuta le attività svolte dalle Commissioni  Nazionali, locali e dalle Confederate.

Art. 10 – Nomina del Capo commissione

Il Coordinatore Generale Nazionale elegge   il Capo Commissioni   e il Capo Ufficio Marketing, tali cariche sono compatibili con qualsiasi altra carica nel partito o nelle Confederate.

Art. 11 -Membri delle Commissioni tecniche

Il Capo Commissione presiede la commissione tecnica Nazionale delegando a sua discrezione  quelle locali ai suoi diretti  nominati rappresentanti, determina inoltre  il numero totale dei membri che ogni qualvolta la comporranno . Sono membri di diritto alla commissione Nazionale  il Coordinatore Generale Nazionale il Capo Ufficio Marketing, tutti i coordinatori Nazionali,  Il Rappresentante Legale delle singole Associazioni Confederate  o affiliate partecipano per l'economia di cui tratta  la commissione, senza diritto di voto.

Art. 12 – Riunione Generale degli Organi Statutari

La Riunione è presieduta dal Coordinatore Generale Nazionale, o da un suo socio fondatore da lui delegato, essa determina l’azione  Politica del movimento,  azione che riguarda tutti i prodotti interni lordi delle 5 economie. Approva nei termini di legge il Rendiconto del Movimento predisposto dal Commercialista delegato, valuta le nomine delle cariche attribuite o ancora da attribuire. Approva i  regolamenti del movimento politico. Nomina il Responsabile del trattamento dei dati personali. Stabilisce l’importo delle quote di adesione. In occasione delle consultazioni elettorali la Riunione delibera gli eventuali accordi con altre liste. Vigila  sul comportamento politico delle Confederate. In caso di votazione alla pari il voto del Coordinatore Generale Nazionale vale doppio. Controlla e prende provvedimenti disciplinari. Si delibera il modo per  l'attuazione della linea politica e programmatica stabilita.  Delibera a maggioranza dei presenti,in caso di parità di vot  il voto del Coordinatore Generale  Nazionale vale doppio. I risultati e le proposte  risultanti  dalla riunione, saranno pubblicati sul Blog. del Movimento e saranno oggetto di discussione, così da rendere partecipi in modo indiretto tutti gli aderenti al movimento.  Con apposita delibera, il Coordinatore Generale  Nazionale può estendere la partecipazione alle proprie riunioni anche ad altri appartenenti al Movimento, direttamente o indirettamente, purché  interessati agli argomenti in discussione, ed a Tecnici per la trattazione di argomenti specifici. La partecipazione potrà essere in forma occasionale o continuativa ed in veste di uditori senza diritto di voto.

Art. 13 - Competenze delle Commissioni

Sono di competenza delle Commissioni :

  • Analizzare con esperti del settore tutte le problematiche  che possono verificarsi in futuro nelle singole 5 Economie.
  • Proporre nuove idee con investimenti che insieme ad azioni e politiche Statali vadano a semplificare, sviluppare e a rilanciare in Italia e nel Mondo queste Economie. Tutte le azioni possibili e deliberate vanno regolamentate nel  programma Politico di Governo.
  • Delibera su tutte le questioni di maggiore importanza e che non siano demandate per legge o per Statuto ad altri organi. In occasione di consultazioni elettorali Politiche ed Europee, la commissione  delibera la composizione delle liste elettorali dà presentare, sentito anticipatamente il parere dei coordinatori locali e dei relativi Consigli delle altre associazioni Confederate  / affiliate così da deliberare anche  i possibili  eventuali accordi elettorali con altri movimenti politici.
  • La commissione indica come possibili le deliberazioni delle Associazioni, Confederate, Affiliate,  relative al candidato Governatore, alle liste per le elezioni regionali, al candidato Sindaco e alle relative liste. Essa si riunisce su convocazione del Capo Commissioni che lo presiede, almeno una volta ogni sei mesi, oppure ogni qualvolta ne faccia richiesta la maggioranza dei suoi membri.
  • I membri della commissione sono: Il Capo Commissione determina il numero totale dei delegati alla Commissione tecnica dei 5 punti PIL economici. Sono membri di diritto il Coordinatore Generale Nazionale il Capo Ufficio Marketing, i coordinatori Nazionali Regionali locali di ogni economia. Il Rappresentante Legale delle Associazioni Confederate di Categoria quest'ultime rappresentanti del singolo punto economico di cui trattasi  in commissione, senza diritto di voto.

Art. 14 – Il Coordinatore Generale Nazionale

Il Padre Fondatore De Masi Paolo  è Il Coordinatore Generale  Nazionale del Movimento Politico 5 PIL. Il Coordinatore Generale Nazionale è garante dell’unità del movimento politico. Promuove con ogni idoneo mezzo l’identità ed I valori del Movimento Politico. Accetta, le richieste dei singoli cittadini che vogliono aderire al Movimento. Nomina le Associazioni confederate  Affiliate,  con le modalità  espresse nel Regolamento allegato al presente statuto. Apre il conto correte del Movimento, e gestisce i pagamenti come da regole statutarie. A lui  spetta la gestione amministrativa ed economico-finanziaria del movimento politico. Riscuote i finanziamenti pubblici ed i rimborsi elettorali per il Movimento Politico  riscuote le somme a qualunque titolo spettanti al movimento politico. Lo stesso nel rispetto delle linee guide assunte,  decide: l’ammontare della spesa per le campagne elettorali; la possibile erogazione di apporti a favore di una o più Confederate; membro di diritto delle commissioni, delle Riunioni. Su delibera delle Commissioni può delegare altri membri del Movimento Politico a compiti specifici. Ha funzioni di nomina delle cariche  politiche dei singoli membri. Può escludere in qualsiasi momento e con effetto immediato un membro del movimento che si mostri in continuo disaccordo con il Capo commissioni o con il Rappresentante Nazionale o abbia nei confronti del Coordinatore Generale Nazionale un atteggiamento provocatorio. Altri motivi di esclusione possono essere: inosservanza dello statuto, inosservanza dei regolamenti, inosservanza delle deliberazioni degli organi statutari e delle Confederate, oltre che  per danni morali  e materiali. Può escludere il socio che svolga attività in dimostrato contrasto con gli interessi e gli obbiettivi dell'associazione. Il socio che persegua attraverso l' associazione, interessi extra associativi di natura personale. Il socio che denigri, diffami l'associazione ed i suoi  soci rappresentanti il direttivo. Il socio che abbia riportato condanne penali per reati infamanti. Il Coordinatore Generale Nazionale, intima e fa divieto al socio espulso di frequentare i locali interni dell'associazione politica e di usare i segni distintivi che lo possano erroneamente ricondurre all'associazione.

Inoltre può:

  • aprire  e  gestire  i conti correnti e deposito titoli bancari e postali, nonché le richieste di fideiussioni, sul territorio dell’Unione Europea ed investimenti non speculativi;
  • sottoscrivere contratti od atti unilaterali in genere;
  • sottoscrivere mandati di pagamento; l’assunzione, la gestione, il licenziamento del personale; la stipula di contratti di lavoro o di collaborazione anche temporanea
  • riscuotere somme a qualunque titolo spettanti al movimento politico.
  • gestire la contabilità del partito, la tenuta dei libri contabili, la redazione del rendiconto e l’adempimento di tutte le formalità conseguenti, in conformità alle leggi vigenti in materia se non delegata ad un Commercialista
  • gestire le operazioni che determinano una spesa.
  •  Lo stesso delega  la Segreteria a riceve trimestralmente  il rendiconto  sui ristorni effettuati.

Art. 15 – Capo Ufficio Marketing

Il Capo Ufficio Marketing rappresenta il partito di fronte a terzi. E' altresì autorizzato a presentare querele, attivare giudizi in sede civile e penale e svolgere ogni e qualsivoglia attività, che lo stesso riterrà utile in favore del Movimento avanti a qualsiasi autorità giurisdizionale. Il  Capo ufficio Marketing ai soli fini statutari, elegge domicilio legale presso la sede del Movimento. Ha funzioni di coordinamento e sovrintendenza nel l'ufficio Tecnico Social e Blog.

ART.16- IL CAPO COMMISSIONI

Esprime di comune accordo con le altre cariche statutarie la linea politica e programmatica del Movimento Politico; convoca e presiede le commissioni ne coordina le attività. In caso di assenza può delegare il Coordinatore Generale Nazionale  a presiedere in sua vece. Esprime di comune accordo con le tre cariche statutarie il parere sulle candidature alle cariche elettive esterne. Ha poteri di amministrazione ordinaria del movimento politico, ove non attribuiti ad altri membri o organi. Egli nomina e revoca i suoi vice  nelle esigenze delle varie commissioni locali scegliendoli tra gli Associati Ordinari e con un’anzianità di militanza superiore a 1 (uno.) anno.

Art. 17 – Tecnico Nazionale per le procedure delle nomine politiche

Il Tecnico Nazionale per le procedure delle nomine politiche, organizzerà per il Movimento in tutte le regioni, le procedure formali occorrenti, per poter inserire i nostri rappresentanti nelle liste elettorali comunali, provinciali, regionali ed in parlamento.

Art.18 – Rappresentante Nazionale di ogni singolo settore economico (PIL)

I rappresentanti  Nazionali di ogni singolo settore economico (PIL) sono 5, ognuno singolarmente rappresenterà la propria categoria o settore economico nelle  commissioni, conferenze, riunioni, trasmissioni televisive. Viene nominato dal Coordinatore Generale Nazionale ed e' membro di diritto nelle Commissioni. Il Rappresentante Nazionale Organizzativo è nominato dal Coordinatore Generale  Nazionale è membro di diritto delle commissioni. Coordina l’azione generale del partito sotto il profilo organizzativo  territoriale e di  sviluppo per il proprio PIL che rappresenta e verifica  la buona applicazione delle linee d’azione generali espresse dalle Commissioni  Nazionali.

Art.19 – Coordinatori Nazionali  di Sviluppo della Rete.

I Coordinatori Nazionali e di sviluppo della Rete Politica sono 5. (centro nord, centro,centro sud, sud e isole) Il coordinatore è colui che coordina, controlla, gestisce e nomina su delega del Coordinatore Generale Nazionale i singoli coord. Uffici  Regionali, locali. Nel caso di nuova carica politica espressa dal coordinatore Nazionale tramite delega del Coordinatore Generale Nazionale ,il delegato dovrà tempestivamente trasmettere tale nomina al ufficio Tecnico Social Blog. Dove verrà inserito nell'ordine dei nuovi membri. I Coordinatori Nazionali di sviluppo vengono  nominati dal Coordinatore Generale Nazionale.

Art. 20 - L’Ufficio  Tecnico Social Blog.

L'ufficio Tecnico, Social e Blog  elabora, e fornisce  tramite il sito Web del M5 PIL il supporto tecnico, giuridico, legislativo e politico agli organi del movimento politico, ai singoli aderenti al Movimento ed alle sue confederate ed affiliate. Il Responsabile dell'ufficio e' il Capo Ufficio Marketing.

Art. 21 - Il Responsabile del trattamento dei dati personali

Il Responsabile del trattamento dei dati personali assicura il rispetto delle normative vigenti a tutela della riservatezza dei dati personali in possesso del partito o delle Confederate, in particolare con riferimento a quanto disposto dal D.lgs. n. 196/03, c.d. Codice della Privacy, e dalle relative delibere.

Art.  22 – Patrimonio 

il movimento politico non persegue fini di lucro. Tutto quanto è nella libera disponibilità e godimento del partito costituisce il suo patrimonio.

Art. 23 - NON RESPONSABILITA DEL M.P.

Il Movimento Politico 5 PIL  i suoi organi ed i suoi membri non rispondono  per l'attività svolta dalle Confederate e dai suoi delegati locali aderenti , per le future obbligazioni che andassero a contrarre con terzi. Per qualsiasi controversia , si stabilisce sin da ora il Foro competente quello del Tribunale di Velletri

 

ENTRATE

Art.  24- Entrate

Le entrate del Movimento sono costituite:

  • dall'autofinanziamento derivante dai propri servizi e prodotti  offerti  ai propri aderenti.
  • dall’incasso derivante da manifestazioni o partecipazioni a livello federale;
  • da sottoscrizioni, finanziamenti, lasciti e donazioni a favore del partito; 
  • dal contributo dello Stato e dai rimborsi elettorali a norma di legge, fatta salva rinuncia o diversa deliberazione del Coord, Generale  Nazionale che ne determina la suddivisione;
  • dal contributo volontario dei rappresentanti in organismi elettivi ed enti;
  • da qualsiasi altra entrata consentita dalla legge;
  • da contribuzioni volontarie dei cittadini, in base alla normativa vigente. Le risorse sono utilizzate secondo le modalità stabilite dal Coord. Generale Nazionale. E’ fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, salvo quando la destinazione o la distribuzione sono imposte dalla legge.

Art.  25 - Uscite

Le spese del Movimento sono le seguenti:

  • spese generali del partito;
  • ristorno alle Associazioni confederate, alle aziende sostenitrici e ai rappresentanti per le adesioni, nelle modalità espresse nel Regolamento.
  • spese per il personale; 
  • spese per la stampa, per le attività di informazione, di propaganda, editoria, emittenza radiotelevisiva e qualunque altro strumento di comunicazione;
  • spese per le campagne elettorali; 
  • sovvenzioni a sostegno di altri movimenti autonomisti; 
  • spese connesse alle finalità di cui all’ art. 1 del presente Statuto con riferimento alla promozione della propria identità a mezzo di iniziative politiche, culturali, educative, sportive e artistiche;
  • spese per promuovere la parità dei generi nella partecipazione alla politica;
  • spese per Scuole Quadri e per la formazione politica dei militanti;
  • spese per l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni;
  • spese per finalità sociali.

 

 Art.  26 - Organigramma

Pin It